IL TALLONE D’ACHILLE DEI DEVICE?

Noi di Sos Informatic Lecce non vogliamo tenerti sulle spine e per questo motivo ti diamo subito la risposta.

Stiamo parlando del cavo caricabatteria, un accessorio indispensabile per il tuo device e molto delicato.

Se sei abituato a porre sotto stress il tuo cavo, arrotolandolo, piegandolo e trasportandolo ovunque, leggi il nostro articolo! 😉

Lo sapevi che?

Il primo ad inventare un caricabatteria per cellulare è stato Leonardo Da Vinci. 

Come è formato il connettore standard? 

I connettori standard accettati dalla maggior parte dei produttori dei device è il Micro-USB, progettato per dispositivi di piccole e medie dimensioni come gli smartphone. 

Da Giugno 2011 Samsung, Huawei, Motorola e molti altri hanno accettato la proposta dell’Unione Europea di uniformare il connettore per ridurre l’inquinamento elettronico. 

L’unico brand ad opporsi?

Il produttore di Cupertino Apple è sempre stato contrario ad uniformare tutti i connettori, in quanto quello in uso da parte di Apple è protetto da brevetti e la standardizzazione comporterebbe all’azienda di pagare dei costi di licenza abbastanza elevati. 

Ad oggi la Commissione Europea ha proposto nuovamente a tutti i produttori di smartphone dei carica batterie Usb-C. 

L’idea è quella di combattere l’inutile consumismo dei connettori e facilitare i consumatori a non dover cambiare il cavo del carica batteria ogni volta che si decide di cambiare device. 

Ma a proposito del cavo caricabatteria…

Sos Informatic Lecce sono qui per spiegarti come proteggere il tuo cavo che, come ben sai, è soggetto a continue usure. 

Vediamo insieme alcuni metodi.

Uno dei metodi più conosciuti e utilizzati per salvaguardare il tuo cavo è quello della molla.

Dove trovare una molla? 

Non occorre comprarla, puoi riutilizzare la molla contenuta in una penna e inserirla all’estremità del cavo. 

Però attenzione a non compromettere la tenuta della fibra metallica, in quanto servirà a preservare il tuo cavo da eventuali usure. 

Un altro alleato del cavo può essere il nastro isolante, in grado di offrire una protezione adeguata. 

Nonostante ciò, non bisogna ricorrere a questo metodo una volta che il tuo cavo è danneggiato. Bisogna farlo prima. 

Prevenire è meglio che curare, giusto? 😊

Se ti va di divertirti e sei appassionato di intrecci, un terzo rimedio può essere il classico “scooby doo”.

Lo scooby doo è un intreccio realizzato con dei fili di plastica o stoffa, utilizzato maggiormente come portachiavi. 

Inoltre, può essere anche adoperato per il tuo cavo. 

Insomma, unire l’utile al dilettevole! 😊

Ma se non ti va di cimentarti in vari giochi, in circolazione troverai un altro metodo per salvaguardare l’usura del tuo cavo.