Blog

iPhone 6

iPhone 6 (3)

Il tuo iPhone cade in acqua? Niente paura.. basta seguire queste semplici 3 regole!

 

Date le numerose richieste, sul come comportarsi qualora il vostro iPhone o Smartphone dovesse cadere in acqua, che sia essa dolce o salata, spieghiamo brevemente come comportarsi affinché il danno non peggiori.

1- Quando il vostro iPhone cade in acqua e lo riprendete trovandolo spento non provate in alcun modo ad accenderlo.

(La maggior parte delle volte quando lo ritrovate spento è perché la batteria o la scheda madre con l 'acqua è andata in corto, ed ogni tentativo di accensione non fa altro che aggravare la condizione della vostra mainboard).

 

2- Non mettere mai sotto carica il dispositivo.

(E' la cosa più sbagliata che si possa fare. L'acqua è conduttore naturale di elettricità, e stando sui componenti può condurre elettricità dove non deve andare).

 

3- Se miracolosamente è acceso ed avete la possibilità di fare un backup, che sia esso su iCloud o su iTunes, vi consigliamo di farlo in quanto il fatto che sia acceso e che magari funzioni non vuol dire che funzioni per sempre!

 

Seguite queste 3 semplici regole, affrettati e portalo da SOS iPhone Lecce per una pulizia approfondita con prodotti specifici, che rimuovono l'acqua ma soprattutto l'ossido che si crea sui componenti e che potrebbe non far funzionare il vostro iDevice.

Dopo svariati anni di lotta contro Apple, che purtroppo invalidava la garanzia di iPhone o iPad riparati presso centro non autorizzati, da OGGI, Apple ha autorizzato gli Apple Store Italiani ad accettare in garanzia tutti gli iPhone che in passato hanno già fatto sostituire il modulo Display,Touch e Vetro presso SOS Informatic LECCE! Come riporta un memo Apple pubblicato da 9to5Mac, chi purtroppo si trova spesso con uno schermo iPhone rotto e preferisce farlo riparare da qualche terza parte che non sia Apple o riconosciuta da Apple ora potrà farlo senza invalidare la garanzia ufficiale. Apple così si adegua agli altri suoi competitor, Samsung e Huawei, cambiando la propria politica sulle riparazioni "indipendenti", che sinora invalidavano la garanzia dell' iPhone e che quindi costringevano a pagare il prezzo pieno per qualsiasi intervento o perfino si rifiutava di offrire assistenza anche sotto pagamento. Ovviamente Apple specifica però che la garanzia copre solo difetti di natura tecnica sul display, se quest'ultimo ha subito urti e si è danneggiato, Apple offrirà comunque il servizio di riparazione ma a pagamento. Finalmente, ora un cliente che dichiara di aver riparato presso i nostri LAB il suo iPhone e iPad, non viene più rimproverato, ma bensì…

Quali sono le differenze tra iPhone 6s e iPhone 6? Le nuove fature giustificano la differenza di prezzo? Ecco le risposte a tutte le vostre domande.

 

 

A livello estetico, iPhone 6s è praticamente indistinguibile dal suo predecessore, eccezion fatta per la nuova tonalità Rosa. Ma sotto al cofano le modifiche sono tante e tutt'altro che di facciata. Ecco una lista esauriente di tutte le principali differenze tra iPhone 6s e iPhone 6: sta a voi poi decidere se queste basteranno a giustificare i quasi 750€ italici dell'entry level da 16GB.

 

Il display ora supporta il 3D touch (qui trovate un approfondimento su questa funzionalità), una tecnologia in grado di distinguere la profondità e la forza con cui premiamo con le dita; ciò consente di creare una serie di scorciatoie all'interno di iOS 9 che renderanno la nostra vita digitale incredibilmente più piacevole e proficua. Se lo chiedete a noi, ad avere il budget, varrebbe la pena aggiornare già solo per questa novità.

Il chip A9 è l'ultimo processore progettato da Cupertino; è a 64 bit, ed è mediamente più potente del 70% rispetto all'A8 di iPhone 6. È anche molto più efficiente (dunque maggiore autonomia) a fronte di prestazioni grafiche superiori del 90% (e quindi giochi più fluidi). Inoltre, integra al suo interno il coprocessore di movimento, il che consente di richiamare l'attenzione di Siri con un comando vocale ('Hey Siri!') invece che con il pulsante Home.

 

 

La fotocamera posteriore arriva a 12 Megapixel, e dunque è capace di scattare foto migliori, registrare flussi video 4K e in più salvare Live Photos, le fotografie "vive" della mela. La fotocamera frontale, invece, passa 5MP (1.2MP su iPhone 6) e in più ora è dotata di TruTone Flash grazie al display.

Il Touch ID è il doppio più veloce, e soprattutto più accurato nel riconoscimento dell'impronta.

Infine, la scocca dell'ultima generazione è molto più resistente della precedente, grazie all'impiego dell'Alluminio 7000, lo stesso di Apple Watch. Dunque, addio Bendgate e iPhone à la Dalì.

Ma c'è anche un'altra interessante novità collaterale: con iPhone 6s arriva anche iPhone Upgrade Program, l'abbonamento Apple che dà diritto ad un iPhone nuovo ogni anno e all'estensione di garanzia AppleCare+ con prezzi a partire da 32 dollari al mese. Vi abbiamo convinti? Vale la pena aggiornare?